Area:Scuola secondaria superiore/Istituti professionali - Settore servizi

Disambigua compass.svg Questa è una pagina d'aiuto per orientarsi tra le pagine omonime o dal titolo ambiguo: scegli nell'elenco sottostante la risorsa che riguarda l'argomento ricercato.

Se sei giunto qui da un'altra pagina, potresti cortesemente tornare indietro e correggere il collegamento, indirizzandolo alla risorsa più appropriata.


Dall'anno scolastico 2010/2011, con l'entrata in vigore della riforma della scuola del ministro Gelmini, gli studenti che scelgono di iscriversi ad un istituto professionale, possono scegliere tra due diversi settori: Servizi ed Industria e Artigianato. II settore dei servizi è caratterizzato da una cultura che consente di agire con autonomia e responsabilità nel sistema delle relazioni tra il tecnico, il destinatario del servizio e le altre figure professionali coinvolte nei processi di lavoro. Tali connotazioni si realizzano mobilitando i saperi specifici e le altre qualità personali coerenti con l’indirizzo di studio. Gli istituti professionali del settore servizi possono prevedere, nel piano dell’offerta formativa, attività e insegnamenti facoltativi di altre lingue straniere. Di seguito gli indirizzi del settore: