Materia:Sistemi energetici: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
(Introduzione ai sistemi energetici)
 
Nessun oggetto della modifica
All'interno del corso verranno trattati gli impianti motore, impianti misti (gas vapore), le apparechiature di scambio termico, ausiliari, ecc. Le fonti di energia che alimentano i sistemi energetici che studieremo possono essere fonti di energia rinnovabile (solare, eolica, geotermica, energia delle maree, ecc.) ma le principali fonti di energia che alimentano il nostro mondo energivoro sono ancora le fonti di energia classiche: energia idraulica, energia nucleare e quella estraibile dai combustibili fossili.
Se parliamo di combustibili fossili possiamo suddividerli in: combustibili ''liquidi'' (9000-10000 kcal/kg), combustibili ''solidi'' (5500-7500 kcal/kg) e combustibili ''gassosi'' (circa 8500 kcal/m^3). Da questa classificazione possiamo notare che il potere calorifico dei combustibili gassosi è espresso con kcal su metro cubo quindi se volessimo confrontarlo con gli altri poteri calorifici dovremmo dividerlo per la densita del gas (0.75 kg/m^3) ottenendo un potere calorifico di circa 11300 kcal/kg.
Tuttavia è sbagliato pensare che il potere calorifico possa essere un buon indicatore della reale potenza estraibile da un combustibile, infatti il potere calorifico non tiene conto della massa d'aria che deve essere riscaldata durante la combustione. Un parametro più adatto a questa lettura è la ''tonalità termica'' del combustibile.
Utente anonimo