Oscillatore armonico (meccanica quantistica): differenze tra le versioni

(+ contenuto)
 
 
Sia ora <math>\nu >0</math>; possiamo applicare il teorema al vettore <math>a|\nu\rangle</math>, appartenente all'autovalore <math>\nu-1</math>: questo implica <math>\nu \ge 1</math>. Se <math>\nu >1</math>, possiamo applicare il teorema al vettore <math>a^2|\nu\rangle</math>. Iterando questo ragionamento, costruiamo un insieme di autovettori
<center><math>a|\nu\rangle,a^2|\nu\rangle,\ldots,a^p|\nu\rangle,\ldots,</math></center>
appartenenti rispettivamente agli autovalori
<center><math>\nu-1,\nu-2,\ldots,\nu-p,\ldots\,.</math></center>
 
==Note==
<references/>
331

contributi