Campionamento di segnali analogici (superiori): differenze tra le versioni

 
== Codifica ==
La '''codifica''', infine, produce una successione di dati numerici interi positivi. Partendo dal segnale quantizzato nell'esempio, si ottiene la stringa di numeri, a 3 bit, che segue:[[File:Codifica.svg|alt=|centro|409x409px]]
[[File:Codifica.svg|alt=|centro|409x409px]]
Questi numeri possono rappresentare qualsiasi cosa. In questo caso un segnale che varia in un intervallo di cui è stato scelto di selezionare otto livelli, da 0 (000) a 7 (111), per ogni istante di campionamento prefissato. A questi dati, che rappresentano il segnale, può essere aggiunta una ridondanza, un calcolo matematico su di essi, oppure una codifica al fine di comprimerli o crittografarli, o le due cose assieme.
La '''codifica''', infine, produce una successione di dati numerici interi positivi.
 
== Ridondanza ==
A detti dati può essere aggiunta una ridondanza, oppure una codifica al fine di comprimerli o crittografarli, come verrà illustrato in seguito.
Come accennato, la '''ridondanza''', è inserita nel segnale, ma non costituisce ''informazione utile''. Per definizione, l'informazione è ''utile'' solo se non è nota a priori. La ridondanza, invece, può essere ottenuta mediante un algoritmo dai dati trasmessi. Il suo scopo è ridurre, quanto più possibile, la probabilità d'errore.
 
È utilizzata nei campi più disparati, che – solo apparentemente – non hanno nulla a che vedere con questa lezione. Di seguito verranno presi in esame e proposti come esercizi per valutarne l'''efficienza'' e il ''costo''.
 
=== Codice fiscale ===
Il '''codice fiscale''' viene generato attraverso un algoritmo<ref>[https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/Schede/Istanze/Richiesta+TS_CF/Informazioni+codificazione+pf/ Informazioni sulla codificazione delle persone fisiche], presso agenziaentrate.gov.it.</ref>, il quale genera un codice alfanumerico di questo tipo:
 
== Perché il segnale numerico è strategico ==