lezione
Polis
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Storia greca
Lezione precedente Materia Lezione successiva
Materia:Storia greca Storia greca Sparta ed Atene

La storia della Grecia non è la storia di uno Stato unitario, ma la storia di tante città. I Greci infatti vissero organizzati in piccoli Stati, formati da un centro cittadino, dai villaggi rurali (demi) e dalle campagne circostanti.

Città del Mediterraneo dall'VIII al VI secolo. Evidenziate in rosso le città greche, in giallo quelle fenicie. Le poleis greche erano presenti in tutto l'Egeo e nello Ionio, e avevano fondato colonie indipendenti anche lungo le coste del Mediterraneo occidentale.

Ognuno di questi stati, chiamato "πόλις" (Polis, cioè "città"), era geloso della sua indipendenza.

La città vera e propria era formata di due parti: la città alta, detta Acropoli, in genere su un colle facile a difendersi, dove si trovano i templi più importanti degli dèi e la sede del governo; la città bassa, detta "άστυ" (astu), dove viveva la popolazione.

Al centro della città bassa si trova l'agorà, cioè la pubblica piazza, il luogo dove i cittadini si incontrano per le discussioni politiche o per scambi commerciali. Fuori della città si stende la campagna, disseminata di villaggi (demi). Certo la città vera e propria è il cuore dello Stato, ma è la campagna che le fornisce i prodotti alimentari necessari alla sua vita.

Sono cittadini della Polis, sia quelli che vivono nella città vera e propria, sia gli abitanti dei villaggi rurali.